Può un museo riaprire senza aver mai chiuso?

L’inaugurazione del Museo Egizio ha rappresentato la vittoria di una grande scommessa: far coesistere un cantiere tra i più grandi in Europa senza chiudere neppure un giorno al pubblico, un work in progress lungo cinque anni fino alla data storica del 1 aprile 2015.
Un ambizioso obiettivo raggiunto anche grazie a un dialogo costante attraverso giornali, radio e tv con il pubblico dei tanti appassionati che ha premiato e continua tuttora a premiare il Museo Egizio con un numero di visitatori da record.
Glebb & Metzger ha curato la regia dell’anteprima stampa, raggiungendo risultati da record. La partecipazione dei giornalisti che hanno raccontato l’inaugurazione in diretta, infatti, è stata travolgente non solo nei confini nazionali ma anche e soprattutto su scala internazionale. Una visibilità capace di dare vita a una storia di successo unica, consentendo all’Egizio di posizionarsi fra i primi 10 musei più visitati d’Italia e fra i primi 100 del mondo.

Obiettivo

Mantenere viva l’attenzione dei media dall’avvio del cantiere fino all’inaugurazione del nuovo Museo Egizio.

strategia

Glebb & Metzger instaura un dialogo costante con pubblico e media sull’avanzamento del cantiere e sulle novità in vista dell’inaugurazione.

risultato

Una grande anteprima stampa con centinaia di articoli su media nazionali e internazionali, televisivi e radiofonici, per una riapertura in grande stile.